www.timbrishop.com

Vai al contenuto principale »

Your shopping cart is empty

Segnali, cartelli, pannelli, targhe con le indicazioni di divieto di fumo.

Il 10 gennaio 2005 è entrato in vigore il divieto di fumo in tutti i locali chiusi, ai sensi dell'art. 51 della legge 16 Gennaio 2003, n. 3 'Tutela della salute dei non fumatori', ad eccezione di quelli privati non aperti ad utenti o al pubblico, e di quelli riservati ai fumatori e come tali contrassegnati.

La normativa intende tutelare la salute dei non fumatori, quindi la regola è il divieto il fumo in tutti i luoghi pubblici e privati aperti al pubblico.

Il divieto di fumo trova applicazione in tutti i locali chiusi, pubblici e privati, escluso le residenze private e i locali resi appositamente idonei per i fumatori. Il divieto deve essere reso pubblico mediante l'affissione di cartelli, di cui almeno uno ben visibile all'ingresso che riporti la scritta "VIETATO FUMARE", integrata dalle seguenti indicazioni:

La prescrizione di legge (art. 51 della Legge 3/2003)
Le sanzioni applicabili ai contravventori
I nomi delle persone a cui spetta vigilare sull'osservanza del divieto e quelli cui compete accertare le infrazioni.

In eventuali altri locali dell'edificio basta adottare cartelli con la dicitura "VIETATO FUMARE".

La gente non sa quello che vuole finché non glielo si mostra